CASERTA – Quattro giorni per quarantacinque eventi in quattro piazze. Quattromila protagonisti, persone comuni che si improvvisano attori, pronti a interpretare e leggere poesie d’amore all’aperto, recitandole, teatralizzandole o creando nuovi modi d’espressione. Si chiama Festbook, il festival della creatività e dei libri, che parte il 25 maggio a Caserta, con un’anteprima il 24 maggio, promosso dall’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli.
“Si tratta di una iniziativa di grande valore per il territorio – sottolinea Rosanna Cioffi, prorettore dell’Ateneo Vanvitelli, – che mette in risalto la capacità di fare rete e di fare cultura, coinvolgendo giovani e migliaia di persone che saranno loro stesse protagoniste”.
La quattro giorni sarà animata da Laboratori a tema, Pattuglie poetiche, eventi in libreria, flash mob e appuntamenti serali.
I laboratori quotidiani sono tre, dalle 16 alle 19, ogni giorno dal 25 al 27 maggio: #Giocaitaliano, sull’imparare l’italiano divertendosi (dalle 16 alle 17) con i professori Fedele Menale, Martino Santillo e Domenico Proietti; @Danteide, su tutto ciò che avremmo voluto sapere su Dante e non lo abbiamo mai chiesto (dalle 17 alle 18), con i professori Flavio Quarantotto, Dario Bonifacio e Luca Frassineti. Entrambi i laboratori si terranno nelle aule dell’ateneo Luigi Vanvitelli, ex palazzo delle Poste, nei pressi della Reggia. @LeggerelArte, per imparare l’arte attraverso i suoi capolavori, con alcuni dei massimi esperti nel loro periodo storico-artistico: Carlo Rescigno, Riccardo Lattuada e Luca Palermo (dalle 18 alle 19, nella galleria di arte contemporanea di Caserta, nel centro Sant’Agostino. Per iscriversi ai laboratori, solo cento posti disponibili, consultare www.festbook.it o la pagina facebook: festbook o scrivere a festbookcaserta@gmail.com).

Le #PattugliePoetiche si terranno ogni giorno, dal 25 al 28 maggio, dalle 18.30 alle 20.30, in quattro piazze della città: piazza Dante, Vanvitelli, Duomo e piazza Pitesti. Tutti potranno confrontarsi con i capolavori universali della poesia o con le loro opere, interpretandole, mettendole in scena, leggendole. Ogni pattuglia sarà aperta da un gruppo di attori (della compagnia del Pendolo/Il Colibrì) e nelle pattuglie ci saranno anche giovani disabili, per sviluppare il sentimento d’inclusione. Unico obbligo il tema: l’amore (per iscriversi, consultare www.festbook.it o la pagina facebook: festbook; o scrivere a festbookcaserta@gmail.com).
Anche nelle librerie di Caserta ci saranno, ogni giorno, eventi e presentazioni di libri. Mentre sono previste anche delle iniziative a sorpresa, come flash mob e sit in legati ai monumenti del Casertano.
I flash mob saranno invece quattro. Il 26 mattina una pattuglia poetica a Marcianise al Liceo Quercia, mentre il 27 mattina flash mob poetici in giro tra Casertavecchia, San Leucio, la Reggia e le frazioni di Caserta. Domenica 28, in mattinata, flash mob “Da Capua a Casa Hirta e ritorno” dedicato all’antica Capua a Santa Maria Capua Vetere, alle 10, in costumi romani; che poi convergerà per un gemellaggio a Caserta in Piazza Dante, con le pattuglie poetiche, alle 12. Nel pomeriggio del 28 si sale a Casertavecchia con #leggereCaserta nella cattedrale del borgo antico, dalle 17 alle 19, cioè conoscere Caserta attraverso i suoi monumenti.
Sono infine previsti due appuntamenti serali: alle 20, giovedì 25, nel dipartimento di Scienze Politiche dell’Università Luigi Vanvitelli, “Due cuori e una palestra”, con il campione olimpico e la campionessa mondiale, marito e moglie nella vita Clemente Russo e Laura Maddaloni, che si raccontano per la prima volta insieme, moderati dal giornalista Franco Tontoli. E poi Francesco Sabatini, presidente emerito dell’Accademia della Crusca, che racconta “L’Italiano, gli italiani”, venerdì 26, alle 20.30, al dipartimento di Scienze Politiche dell’Università Luigi Vanvitelli.
Promotori: FestBook è promosso dal basso e in condivisione, frutto di una visione nuova della cultura, da Università Luigi Vanvitelli, Ucsi Caserta, Società Dante Alighieri Caserta, insieme con il Comune di Caserta; le Scuole (Liceo Giannone, Liceo Manzoni, Istituto Mattei, Istituto Terra di Lavoro, Istituto Giordani, Istituto De Amicis-Leonardo da Vinci, Istituto Lorenzini, Scuola media Dante Alighieri, Fondazione Villaggio dei Ragazzi, Liceo Quercia di Marcianise, Ites Da Vinci di Santa Maria Capua Vetere e tante altre scuole con i loro docenti e allievi) e le librerie di Caserta (Che Storia, Feltrinelli, Guida, Giunti, Pacifico), l’Assostampa, la Pro Loco di Casertavecchia, la Cattedrale di Casertavecchia, il Coasca, associazioni e movimenti e i gruppi teatrali della città (al momento Il pendolo/Il Colibrì, che anima direttamente le pattuglie poetiche; Cts, Compagnia della Città, Fabbrica Wojtyla, Mutamenti/Teatro Civico 14, La Mansarda/Teatro dell’Orco, Officina Teatro, Ali della mente; e gli artisti Gabriele Minino, Tonia Cestari, Alex Ronca, Massimo Santoro con Laura De Lucia e Mario Del Treppo), e tanti altri (l’elenco è continuamente in aggiornamento).

NESSUN COMMENTO